Paradismo

Il Paradismo è un sistema politico simile al Comunismo, ma senza alcun proletariato. In un sistema paradista, i robot ed i nanorobot prendono il posto del proletariato o della forza lavoro.

Il Paradismo è basato su nuove tecnologie quali la robotica, l’ingegneria genetica e le nanotecnologie. Esso prevede che il proletariato ed ogni forma di mano d’opera umana siano sostituite dai robot, dai nanobot e dai computer.

Il giorno in cui ogni strumento, servizio e risorsa sarà prodotto senza il contributo di un solo essere umano, allora questi potranno essere interamente nazionalizzati.

La nazionalizzazione di tutta la produzione, dei servizi e degli strumenti forniti dai robot rende il denaro obsoleto, poiché i robot non hanno bisogno di un salario e tutti i prodotti da essi realizzati, così come i servizi resi, potranno quindi essere gratuiti.

Il Comunismo è fallito a causa del proletariato che, senza l’incentivo di un guadagno economico, ha reso il proprio lavoro meno efficace. Con l’automatizzazione della produzione tale problema non sussisterà più, poiché i computer ed i robot potranno essere programmati per essere efficaci al 100% ed ottenere dei livelli di produttività superiori a quelli dell’essere umano, non avendo bisogno di riposare, dormire o andare in vacanza.

Questa nazionalizzazione deve coinvolgere anche i terreni e le abitazioni, ad eccezione della casa di famiglia.

In un sistema paradista, i politici eletti lavoreranno solo perché al servizio dell’umanità. Non ne trarranno alcun vantaggio finanziario, né alcun potere.

Il Paradismo dovrà essere accettato democraticamente da una popolazione che avrà compreso i vantaggi di un mondo senza denaro, dove tutto sarà disponibile gratuitamente per chiunque.

Ad esempio, già in tutto il mondo le automobili vengono costruite da dei robot, con il solo ausilio di una piccola presenza umana. Presto, anche questi pochi uomini saranno sostituiti dai robot.

La stessa cosa per il cibo. I prodotti delle aziende agricole saranno raccolti dai robot grazie a delle tecnologie che già esistono. Poi, dei camion robotizzati porteranno direttamente questi prodotti ai consumatori, che li avranno ordinati su Internet secondo i propri desideri.

I servizi saranno erogati allo stesso modo. Sappiamo, ad esempio, che dei robot effettuano già degli interventi chirurgici con maggiore precisione di quanto possa fare un qualsiasi chirurgo umano.

Qualsiasi cosa possa essere fatta da un essere umano, un robot può farla meglio.

Così, invece di lavorare con il solo scopo di accumulare denaro, gli esseri umani potranno delegare i robot a svolgere ogni lavoro mentre essi potranno consacrarsi unicamente al proprio piacere: creare, fare delle ricerche o degli studi, dedicarsi all’arte oppure meditare per il proprio sviluppo personale. Sarà allora che il mondo diventerà un paradiso terrestre. E’ questo il motivo per cui questo sistema si chiama “Paradismo”.

Questo sistema è già in atto sul pianeta degli Elohim e rappresenta una scelta obbligata per l’Umanità all’interno del processo che porterà alla mondializzazione (ovvero alla nazionalizzazione su scala mondiale). La nazionalizzazione all’interno di un sistema paradista condurrà naturalmente ad un governo mondiale, in cui la mondializzazione di tutte le risorse del pianeta sarà una questione di mera giustizia ed uguaglianza per tutta l’Umanità.

Spero che siano molte le persone che in tutto il mondo vorranno dar vita a dei partiti politici paradisti e promuovere questa idea, che si realizzerà in ogni caso. Ma prima ciò accadrà e meglio sarà, al fine di evitare ulteriori sofferenze conseguenti alle sempre più terribili e devastanti crisi economiche che si verificheranno, considerando il fallimento cui stanno andando incontro tutti gli attuali sistemi economici e finanziari mondiali.

RAEL, Fondatore del Movimento Raeliano Internazionale